Ecobonus e bonus ristrutturazione 2017

10 Gennaio 2017

Una grande opportunità per ristrutturare la tua casa

Il 14 Dicembre scorso è stata approvata la nuova Legge di Bilancio, la quale ha rinnovato il bonus per a riqualificazione energetica di singole abitazioni ed interi condomini.

L’ecobonus rappresenta ad oggi la più grande opportunità per ristrutturare e riqualificare casa, al fine di renderla più efficiente nei cosumi e quindi meno onerosa in termini economici ed ambientali.

Le misure del provvedimento valide fino al 31 Dicembre del 2017 sono le seguenti:

  1. Detrazione al 50% per ristrutturazioni edilizie, acquisto mobili ed elettrodomestici;
  2. Detrazione al 65% per la riqualificazione energetica degli immobili che varia a seconda del tipo di intervento, tra i quali:
  • fino ad euro 100.000 di detrazione fiscale per la riqualificazione globale degli edifici
  • euro 60.000 per interventi su tetti e pareti
  • euro 60.000 per serramenti ed infissi
  • euro 60.000 per pannelli solari
  • euro 30.000 per nuovo impianto di riscaldamento ed altri impianti tecnologici per la climatizzazione invernale
  • nessun massimale per l’installazione di dispositvi per il controllo remoto della climatizzazione invernale.

Lo Stato garantisce la restituzione delle spese sostenute, nelle misure e nelle percentuali sopraelencate, detraendo annualmente il proprio bonus dalle quote Irpef (persone fisiche) o Ires (società) per 10 anni.

Per ottenere gli incentivi, è necessario comunicare all’ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile) le attività svolte entro 90 giorni dalla fine dei lavori, documentando le spese sostenute esclusivamente tramite bonifico bancario, allegando copia dell’Attestato di Certificazione Energetica e la scheda informativa relativa agli interventi realizzati.

Per una più ampia e dettagliata informazione, vi rimandiamo al “DECRETO EDIFICI” 19 Febbraio 2007, riguardante disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio”.

 

Dolce Studio Immobiliare © – Riproduzione riservata